UZBEKISTAN

MAP Uzbekistan

Nurata in Uzbekistan

La città di Nurata, in Uzbekistan, è capoluogo del Distretto omonimo, nella regione di Navoiy. E’ una importante oasi nel deserto di Kizilkum (Sabbia Rossa), nella  antichità chiamata Nur, fondata da Alessandro Magno nel 327 a.C. e a questa epoca risalgono le rovine dell’insediamento militare e l’acquedotto utilizzato ancora oggi. La città, situata ai margini del deserto conserva anche importanti incisioni rupestri risalenti all’età del bronzo.L’area circostante la città di Nurata presenta una articolata rete di qanat (kariz), antichi canali sotterranei per il trasporto gravitazionale dell’acqua dalle falde acquifere ai terreni agricoli più a valle. Molti qanat di Nurata, per lungo tempo trascurati, in epoche relativamente recenti, sono stati oggetto di importanti interventi di manutenzione e buona parte di essi è attualmente in uso. I qanat di Nurata si presentano con le lunghe file di pozzi che scorrono in prevalenza in modo parallelo tra loro lungo la direzione nord-est / sud-ovest, su un’area di circa 30 chilometri di lunghezza e larga dai 2 ai 9 chilometri.

MapQANAT

I qanat di Nurata

Il gruppo di lavoro sui qanat di Nurata è composto da studiosi italiani delle università dell’Aquila, di Roma (Sapienza) e di Milano (Bicocca), del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dell’AGAT (Associazione Geografica per l’Ambiente e il Territorio). Per quanto si riferisce agli studiosi uzbeki, sono in corso di perfezionamento, tramite l’Ambasciata dell’Uzbekistan in Italia, accordi con l’Istituto Gidroenergo zbekistan e con l’Università di Tashkent.Nell’arco di circa due anni le attività che possono essere realizzate riguardano le analisi delle acque (temperatura, conducibilità, PH, ecc.), i rilievi topografici dei pozzi dei qanat, il loro stato di manutenzione e la datazione dei diversi interventi realizzati nel corso dei secoli per individuarne l’appartenenza ai rispettivi periodi storici. La rilevazione di eventuale presenza del gas radon all’interno delle gallerie, dei pozzi e nell’acqua di qanat. Infine potranno essere elaborati i progetti per la valorizzazione archeologico culturale dell’area dei qanat di Nurata: percorsi dei qanat, storia della loro realizzazione, utilizzo e gestione delle acque, prodotti agricoli e cucina locali. Le attività di studio saranno portate avanti nel 2013, 2014 e parte del 2015.